domenica 13 febbraio 2011

Nebbia, sonno e mal di gola

Volevo mettere questa foto alla fine, ma la mia assoluta incapacità di trattare con il computer non me l'ha permesso. Tant'è, è venuta talmente male che probabilmente non capirete di chi si tratta finchè non ve lo dirò.

Gli scorsi giorni sono passati un po'come un tornado. Tra un'influenza e l'altra di tutti i componenti della famiglia, sono riuscita ad andare avanti e indietro da Torino due volte questa settimana, per portare le mie cose. Eh sì, alla fine ho trovato il mio tanto ambito posto letto. E anche se so benissimo che le cose non cambieranno poi molto, che tornerò a casa ogni fine settimana, mi sembra così strano... Forse inizio a percepire il cambiamento che agognavo la scorsa estate. E, anche se mi vergogno un po'ad ammetterlo, sono elettrizzata.

Guardando fuori dalla finestra ora non vedo altro che nebbia e sento l'umidità nelle ossa. Mi ero abituata troppo al sole. Stavo quasi sognando la primavera.

Ok, ora ve lo dico: ieri sera sono andata al concerto degli Skunk Anansie a Milano. Non credo di avere parole per descriverli, sono rimasta davvero senza fiato: non ho mai assistito ad una performance tanto potente, energica e tecnicamente impeccabile.
Lo so, suono come una piccola fan e forse lo sono. Ma era quello che mi ci voleva.

2 commenti:

  1. Se tutte le piccole fan parlassero come te al mondo ci sarebbero molti meno piccoli truzzi :)
    Io comunque l'ho indovinato appena vista la foto ghgh (chiamatemi Sherlock -.-')
    Le cose cambieranno sì, mia cara, che tu lo voglia o meno.

    RispondiElimina
  2. Eh ma Blond, tu eri in collegamento per tutto il pre-concerto :P
    Lo so, le cose cambieranno... Mi mancherete T_T

    RispondiElimina

Perchè non mi lasci un saluto?