venerdì 9 marzo 2012

I'm losing my mind losing my mind losing control

Lo so, sto mantenendo sempre meno la mia promessa di scrivere ogni giorno. Sono stata male negli ultimi giorni, uscendo a stento da casa. Anche oggi non sono per nulla uscita, è già un buon segno che io non sia ancora in pigiama, ma ho trovato comunque una piccola ispirazione. La musica
Mi capita, a volte, di avvertire il bisogno di ascoltare musica nuova. In questo momento sto ascoltando un magnifico pezzo di violino. Se chiudo gli occhi riesco ad immaginare persone eleganti che ballano, di notte, in vestiti colorati.
Ultimamente sto riscoprendo il fascino degli strumenti musicali, da ascoltare uno per uno. Negli scorsi giorni di mal di testa allucinanti e di mancanza di analgesici efficaci mi sono ritrovata ad ascoltare la poesia che esce dalle mani di Ludovico Einaudi. Stando sdraiata sul divano nella penombra del tardo pomeriggio, la casa vuota, riuscivo quasi a dimenticarmi di tutto.
Ci sono discorsi che mi ronzano in testa, discorsi complicati che poco sanno di ispirazione (a meno che per ispirazione non si intenda anche ciò che ti accende una voglia bruciante di scrivere una storia dolorosa, forse scontata per essere tua, ma che ha bisogno di vedere la luce). Ma non credo ne parlerò presto, almeno non finché non riuscirò a concretizzare l'idea, ad elaborarla a modo mio. Certi argomenti hanno semplicemente bisogno di tempo.
Per ora quindi vi lascio con questa canzone, che un po' ha a che fare con le mie riflessioni, o almeno nella mia testa malata e alienata dalla realtà.

Nessun commento:

Posta un commento

Perchè non mi lasci un saluto?