giovedì 15 marzo 2012

Violini? Boh, io volevo il jazz

Mi sono svegliata con l'ansia addosso. Per una notte ho fatto un sogno normale, senza nemmeno una morte atroce o una catastrofe naturale, ma mi sono svegliata più in ansia del solito. E sono rimasta così per tutto il giorno, lo sono anche ora. Non facevo sogni normali, se così li possiamo chiamare, da troppo tempo.
Per placare quest'ansia sono andata a fare un giro il libreria, perché i classici in inglese sono sempre una soddisfazione immensa. Mi sono portata a casa Il grande Gatsby, perché ho bisogno di una storia così, piena di alcool, gonne corte e luci riflesse nell'acqua. Ora mangio gelato confezionato e cerco di non sentirmi in colpa perché non sto studiando.

Le ispirazioni di oggi sono così, un po' prosaiche.

Nessun commento:

Posta un commento

Perchè non mi lasci un saluto?