mercoledì 4 aprile 2012

Un amico mi chiamava "bambina con i capelli rossi"

Sono un po' confusa. Credo sia la pioggia e l'essere senza stivali. Gli stivali mi danno sicurezza.
Sai quando ti batte forte il cuore e non ha senso, perché non hai più quindici anni? No, davvero non ha senso perché beh, una con gli anni impara a non sentire e la confusione diventa tachicardia. Un bel respiro e si torna a guardare dritto nel vuoto. Dritto davanti a te, dove dovrebbe esserci il futuro. Anche se per ora c'è solo il vuoto.
Il contatto fisico gratuito è una cosa che ho imparato negli ultimi due anni. Ho imparato che è normale, che non fa male. Che le persone normali stanno vicine e le loro mani si sfiorano e gli amici si abbracciano. Nonostante tutto lo sento ancora estraneo.
Credo che il problema sia che, nonostante tutto, io mi sento ancora un'estranea.

Nessun commento:

Posta un commento

Perchè non mi lasci un saluto?